Home » Furore » Escursioni

Escursioni

Dai lussureggianti sentieri dei Monti Lattari alle limpide acque del mare di Amalfi, Furore e’ uno dei luoghi piu’ adatti alla pratica dell’escursionismo. Sospesi tra cielo e mare, a contatto con la natura, si viaggia alla scoperta delle radici storiche e culturali di questo territorio:

IL SENTIERO DEGLI DEI
E’ uno dei percorsi più spettacolari della Costiera Amalfitana. Costiera amalfitana dal Sentiero degli Dei Deve il suo nome ai numerosi templi dedicati a Minerva, Mitra e Cerere che sorgevano, in epoca romana, lungo il suo percorso. Da Bomerano (Agerola) a Positano passando per Colle Serra e Li Cannati (8km – difficoltà media) Lungo il percorso si passa sotto la “grotta del biscotto” dove, oltre alla particolare conformazione geologica della roccia, è possibile ammirare secolari case rupestri incastrate nella grotta. Superata la località Colle Serra, si apre un incantevole scenario sulle isole “Li Galli”, sulla penisola Sorrentina e Capri sullo sfondo. Si prosegue passando la località LiCannati per raggiungere Nocelle e Montepertuso e per poi scendere a Positano attraverso una lunga scalinata. Continuando si può arrivare fino alla spiaggia grande di Positano.

IL SENTIERO DELL’AGAVE IN FIORE
Da punta Sant’Elia (Furore) a Marina di Praia (Praiano). Sentiero Agave in fiore Nelle vicinanze della chiesa di S. Elia si imbocca il sentiero, che porta fra agavi, cespugli e fichi d’India a Pennola passando la località Grottole. Il sentiero da questa località scende giù ripido per il Carritto fino al ponte della Praia.

IL SENTIERO DELLA VOLPE PESCATRICE
Dalla chiesa di S. Elia, Furore (40 Minuti) al Fiordo di Furore. Sentiero Volpe pescatrice Dalla piazza del Carmine, vicino alla chiesa di S. Elia, scende una scalinata, il lungo e antico percorso del contadino-pescatore. Superato il palazzo dei Maccaronari, il percorso diventa meno ripido e più esposto sul mare. Alla fine del percorso una “scalinatella” conduce ad un gruppo di case che costituiscono il cuore del borgo dei pescatori all’interno del Fiordo.